Iscritto nell
 
 

 

 Iscritto nell'Albo Unico degli Intermediari Finanziari Vigilati Art.106 del nuovo Testo Unico Bancario

 


Info Società


Dove siamo/Contatti


Trasparenza/Reclami


Modulistica GA.FI.


Web Intranet

 
   
 

Home Page

Archivio News

 
 
 

dic
2017

AGEVOLAZIONI
Tax credit pubblicità: primi chiarimenti


dic
2017

AGEVOLAZIONI
Proroga per il 2018 del super ammortamento e iper ammortamento


nov
2017

AGEVOLAZIONI
Smart&Start: incentivi per le start-up innovative


nov
2017

AGEVOLAZIONI
Voucher digitalizzazione PMI: le FAQ del MiSE


ott
2017

AGEVOLAZIONI
Nuovo bonus investimenti pubblicitari


ott
2017

IMMOBILI
I fabbricati collabenti sono esenti da IMU e TASI


sett
2017

IVA
Prenotazione on line di alloggi tra intermediazione e servizio immobiliare


sett
2017

AGEVOLAZIONI
Resto al Sud: novità apportate al decretoi


ago
2017

AGEVOLAZIONI
FAQ in materia di super ed iper ammortamenti


ago
2017

VOLUNTARY DISCLOSURE BIS
Illustrate le novità introdotte dal D.L. 50/2017


ago
2017

AGEVOLAZIONI
Procedura semplificata per la modifica di atto costitutivo e statuto


lug
2017

MANOVRA CORRETTIVA


giu
2017

ACCERTAMENTO
Comunicazioni anomalie reddituali


giu
2017

AGEVOLAZIONI
Nuove imprese a tasso zero


mag
2017

MANOVRA CORRETTIVA


apr
2017

AGEVOLAZIONI
Bonus videosorveglianza: agevolabile il 100% dell’importo richiesto


apr
2017

AGEVOLAZIONI
Super ed iper ammortamento 


mar
2017

ROTTAMAZIONE CARTELLE
I chiarimenti dell’Agenzia sulla rottamazione delle cartelle


mar
2017

FLAT TAX
Pronte le regole per chi trasferisce la residenza in Italia


mar
2017

PATENT BOX
I chiarimenti del Fisco sull’utilizzo indiretto di software


feb
2017

PREVIDENZA
Contributi INPS 2017 per artigiani e commercianti


feb
2017

AGEVOLAZIONI
Credito di imposta per la ristrutturazione dell’agriturismo


gen
2017

LAVORO E PREVIDENZA
Primo adempimento inail entro il 16/02


gen
2017

OPERAZIONI STRAORDINARIE
Trasformazione in società semplice agevolata fino al 30 settembre 2017


gen
2017

RISCOSSIONE
Estesa la rottamazione dei tributi locali anche agli Enti che riscuotono attraverso l’ingiunzione di pagamento


 
MANOVRA CORRETTIVA
Comunicazioni anomalie reddituali

È stato pubblicato sul Supplemento ordinario n. 31/L alla Gazzetta Ufficiale, n. 144 del 23 giugno 2017, la L. 96/2017 di conversione del D.L. 50/2017 recante “Disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo”.
La legge di conversione, la cui entrata in vigore è stata fissata nel giorno stesso della sua pubblicazione in Gazzetta, contiene alcune rilevanti modifiche rispetto alla prima versione del decreto.
Di seguito sono schematizzate alcune fra le principali novità.

Detrazione iva e registrazione fatture
Riduzione di 2 anni del termine per operare la detrazione dell’Iva assolta sugli acquisti effettuati nell’esercizio dell’attività d’impresa o professionale.
La nuova disposizione, infatti, riformula il comma 1 dell’articolo 19 del D.P.R. 633/1972, stabilendo che l’esercizio del diritto alla detrazione dell’imposta può avvenire, al più tardi, entro la dichiarazione relativa all’anno in cui il diritto in questione è sorto.
Prima della modifica, la detrazione poteva essere fruita entro il termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa al secondo anno successivo.
La novella interviene altresì sull’articolo 25 del decreto Iva prevedendo che le fatture di acquisto debbano essere registrate entro il termine di presentazione della dichiarazione Iva relativa all’anno di ricezione del documento.
I nuovi termini di decadenza si applicano alle fatture ed alle bollette doganali emesse dal 1° gennaio 2017
Visto di conformità e compensazione
Riduzione da 15.000 a 5.000 euro del limite al di sopra del quale, ai fini della compensazione, è necessario il visto di conformità.
La novella impatta sulle dichiarazioni dei redditi, sulla dichiarazione Irap nonché sull’Iva annuale.
Relativamente ai crediti Iva si prevede che:
  • la compensazione può avvenire dal decimo giorno successivo a quello di presentazione della dichiarazione;
  • il visto di conformità riguarda anche l’utilizzo in compensazione del credito Iva infrannuale di importo superiora a 5.000 euro e deve essere apposto sull’istanza da cui emerge.

Inoltre, viene introdotto l’obbligo dell’utilizzo del canale telematico per ogni tipologia di compensazione riguardante i soggetti titolari di partita Iva, indipendentemente dall’importo. In particolare, l’obbligo è esteso ai crediti relativi alle imposte sui redditi ed addizionali, alle ritenute alla fonte, alle imposte sostitutive delle imposte sul reddito, all’imposta regionale sulle attività produttive nonché ai crediti d’imposta da indicare nel quadro RU della dichiarazione dei redditi.

Locazioni brevi
Possibilità di optare per la cedolare secca anche per i redditi derivanti dai contratti di locazione breve stipulati dal 1° giugno 2017; troverà applicazione l’aliquota del 21%.
Si intendono per locazioni brevi i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche e comunque al di fuori dell’esercizio d’impresa, ovvero a seguito di intermediazione immobiliare, così come anche tramite soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in ricerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare.
Le nuove disposizioni trovano applicazione anche per i corrispettivi lordi derivanti dai contratti di sublocazione e dai contratti a titolo oneroso conclusi dal comodatario aventi ad oggetto il godimento dell’immobile a favore di terzi.
Mediante regolamento ministeriale verranno definite, ai fini dell’applicazione del nuovo regime fiscale delle locazioni brevi, i criteri in base ai quali l’attività di locazione soggetta alla disciplina in esame si presume svolta in forma imprenditoriale, in coerenza con le disposizioni del codice civile e di quelle fiscali, con riguardo anche al numero delle unità immobiliari locate ed alla durata delle locazioni nell’anno solare.
Contestualmente, la norma prevede l’obbligo per i soggetti che svolgono attività di intermediazione immobiliare – anche attraverso portali on line – di trasmettere i dati relativi ai contratti di cui sopra conclusi per il loro tramite entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello a cui si riferiscono i dati stessi, pena l’applicazione di una sanzione specifica (è prevista la riduzione a metà della sanzione se la trasmissione dei dati o la correzione degli stessi è effettuata entro 15 giorni successivi alla scadenza). Inoltre, questi soggetti, qualora incassino i canoni o i corrispettivi ovvero intervengano nel pagamento dei predetti compensi, sono tenuti ad operare una ritenuta del 21% all’atto del pagamento; se il locatore non opta per la cedolare secca allora la ritenuta si considera operata a titolo di acconto.
Gli intermediari non residenti in possesso di una stabile organizzazione in Italia adempiono all’obbligo della ritenuta d’acconto tramite la stabile organizzazione.
I soggetti non residenti privi di stabile organizzazione in Italia, ai fini dell’adempimento del suddetto obbligo, in qualità di responsabili d’imposta, nominano un rappresentante fiscale tra i soggetti che operano la ritenuta sui redditi di lavoro dipendente, ai sensi dell’articolo 23 del D.P.R. 600/1973.
Il soggetto che incassa il canone o il corrispettivo o interviene nel pagamento dei predetti compensi, è responsabile del pagamento dell’imposta di soggiorno e del contributo di soggiorno, nonché degli ulteriori adempimenti previsti dalla legge e dal regolamento comunale.
Con apposito provvedimento AdE, da emanarsi entro 90 giorni dall’entrata in vigore del decreto, verranno stabilite le disposizioni attuative.

 
 
 
GA.FI. Scpa   GA.FI. Scpa   Vicino a TE   Trasparenza/Reclami   Social

Info Società

Governance

Operatività

Dove Siamo/Contatti

Convenzioni Bancarie

 

News

Scadenze

Area Download

Archivio Eventi

Link Utili

 

Rassegna Stampa

Bandi e Agevolazioni Pubbliche

Modulistica GA.FI.

Lavora con noi con noi

 

 

Utilizzo dei cookies

Trasparenza

D.LGS. 231/2001

Reclami

ABF

Guida all'arbitrato finanziario

 

Linkedin

Twitter

Facebook

 
 

 
Aderiamo a: Con il sostegno di:

FONDO DI GARANZIA
per le PMI del Ministero dello Sviluppo Economico (Legge 662/96)

 
Garanzia Fidi Società Cooperativa per Azioni @2010 - GA.FI. S.c.p.a.
Sede Legale: Napoli – 80132 - Galleria Umberto I, 8                  Cod.Fis.: 80005110616                  P.IVA: 03152380618

 
N° REA: NA – 764310                  Albo Società Coop.: n° A144454                   Intermediario Finanziario Vigilato Art. 106 D.Lgs. 385/93: cod. 19559